Giovedì, 4 de Mag de 2017

Messaggi mensili
MESSAGGIO SPECIALE DI CRISTO GESÙ, TRASMESSO PER LA 46^ MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA, NELLA CITTÀ DI GONDOMAR, PORTO, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN

Lodato Tu sia, Signore, perché hai dato la vita e la restaurazione alle Tue creature.

Lodato Tu sia, Signore, per la presenza del Tuo Amore Infinito, il cui restaura tutte le cose.

Lodato Tu sia, Signore, perché Santo è il Tuo Nome, in ogni posto di questo Universo.

Lodato Tu sia, Signore, perché la Tua Verità trionfa su di quelli che si dicono potenti.

Oh dei cuori che ancora non si pentono, perché così mai potranno trovare la pace!

Lodato Tu sia, Signore, per i Tuoi angeli ed arcangeli, messaggeri della Buona Nuova, custodi dei cuori e delle anime, curatori dello spirito, rinnovatori della speranza, allegria per essi che vogliono vivere in pace.

Lodato Tu sia, Signore, per tutto quello che Tu hai creato, a immagine e somiglianza del Tuo Cuore, della Tua Coscienza, della Tua Saggezza.

Lodato Tu sia, Padre, per essi che Ti inseguono attraverso l'Amore di Tuo Figlio, e della Tua Divina Madre Celestiale.

Lodato Tu sia, Signore, per coloro che Ti accettano, per essi che camminano al Tuo fianco, senza vacillare in nessun momento; solo guardando all'orizzonte per attingere, nella fine dei loro giorni, il Tuo Proposito che è infinito.

Lodato Tu sia, Signore, per tutti quelli che ascoltano il Cuore di Tuo amato Figlio e conservano nelle loro memorie i tesori della Parola.

Lodato Tu sia, Signore, per ascoltare la supplica del Tuo Unigenito, che apre i portali della pace affinché le anime entrino in profonda comunione, in perpetua alleanza ed in unione infinita al Tuo Santissimo Cuore.

Lodato Tu sia, Signore, perché Tu stai presente nei Tuoi figli attraverso i Tuoi Sacri Doni, le Tue Divine Grazie, le Tue infinite Benedizioni.

Lodato Tu sia, Adonai, per contemplare ancora questo mondo con Misericordia e, nonostante tutti gli errori e le indifferenze,contempla adesso, Adonai, le opere di Tuo Amato Figlio, nelle semplici virtù dei Suoi cari discepoli.

Lodato Tu sia, Adonai, per la Tua grandiosa umiltà, per la Tua pacifica Presenza, per il Tuo luminoso splendore, la Tua potente Coscienza che emana dalla Fonte Primordiale.

Ascolta la voce, Adonai, di essi che Ti gridano e lascia di fianco le offese, tutti i peccati, affinché mediante il Sangue che oggi emanano delle Mie Piaghe, i codici della riparazione e della cura siano seminati nella coscienza planetaria.

Non guardare le guerre, Adonai, neanche la sofferenza dei Miei figli di Africa.

Non guardare l'audacia dei governi né la bugia degli ingiusti.

Che il Tuo Spirito, Adonai, viva nella gioia di essi che credono in Te ed affermano, tutti i giorni, il potere della Tua Sacra Parola e la preghiera incalcolabile che apre le porte alla redenzione.

Accetta, Signore, le riparazioni che ricevono il Mio Cuore e la Mia Anima, dei cuori che si prostrano nella rassegnazione delle loro coscienze, compiendo la promessa di vivere tutti i giorni nella Tua Santa Umiltà.

Adonai, vedi quella luce che Tu hai creato nei Tuoi figli, affinché loro Ti potessero vivificare.

E nonostante che oggi ho le Mie Piaghe insanguinate, non lascio di versare la Misericordia del Tuo Cuore.

Che le anime dormite sveglino.

Che gli occhi indifferenti si aprano, per conoscere la vera realtà.

Che i cuori induriti sentano il caldo del Tuo Amore, per trasformare le loro vite nel prezioso modello che Tu hai pensato dall'Origine.

Che così, Adonai, si compia il Tuo Proposito e che nessun altro si perda nella illusione delle tenebre e nella cecità della vita materiale.

Oggi ritiro, attraverso le Mie Piaghe e del Potere della Loro Luce, a tutti quanti dormono in questo mondo.

Istituisco così, la Nuova Alleanza, attraverso il Mio Prezioso Sangue, dando a ognuno dei presenti, una goccia spirituale del Mio Sangue, divino codice restauratore, nelle coscienze che accettano la semplicità e si aprono interiormente alla cura.

Oggi vengo da voi come il Cristo degli Ammalati, per darvi il balsamo della Mia Riparazione, il Dono dell'accettazione e della possibile consegna che possiate vivere.

Ripetiamo:

Cristo Restauratore,
Gesù degli Ammalati,
abita in ogni cellula di questa umanità.

Amen

Vengo qui per una Europa separata, così com'è venuta Mia Santa Madre, quasi cent'anni fa, per unire ciò che era separato nella coscienza umana e per fermare il pericolo dell'imminente autodistruzione.

Dopo quel grande evento a Fatima, oggi viene da voi il Cristo degli Ammalati, per tentar curare spiritualmente a tutti essi che si sono sommersi nella sofferenza, nelle guerre e nella persecuzione.

L'umanità precisa di essere curata affinché ne possa nascere nuovamente. Per questo, oggi Mi presento a voi come il Cristo degli Ammalati.

Il Signore della Misericordia espone il Sangue delle Sue Cinque Piaghe per generare e svegliare la Riparazione in tutta l'umanità, da Oriente a Occidente.

L'umanità avrà bisogno di recitare questa preghiera quotidianamente, col fine di che si compia il desiderio più ardente del Suo Signore.

Se questo fosse compiuto da tutte le anime del mondo, quotidianamente, il Padre Mi ha inviato nella Sua Infinita Misericordia e Cura, per evitare una persecuzione peggiore di quella del secolo scorso.

In contrario, se la risposta fosse tiepida, nazioni intere dovranno imparare dalla ingiustizia e dall'interminabile sofferenza, per finalmente capire che gli uomini di superficie sono sbagli.

Voglio che vi serviate della Mia Energia di Cura affinché la pace non sparisca completamente del pianeta.

Vi ho detto prima della Sacra Settimana che vi porterebbe delle rivelazioni forti per evitare delle situazioni gravi nella umanità.

Vorrei che questa Maratona fosse vissuta, simbolicamente, come l'ultima e che tutti partecipino di questa dai loro cuori e focolari, e rispondendo a questa richiesta farete trionfare il Mio Sacro Cuore, non solo in Europa ma anche in tutto il mondo.

Di questa forma, i poteri saranno sconfitti, gli uomini ingiusti perderanno la loro autorità, le anime innocenti saranno liberi dalla punizione umana e così, come l'ha detto Mia Madre cent'anni fa, ci sarà ancora un po' più di tempo di pace prima della grande transizione planetaria.

Ogni momento vissuto con Me è una preparazione, non vi dimentichiate questo. Perché nella fine dei tempi, avrete bisogno di essi per persistere nella fede e nella fiducia, senza titubare.

Tutti i giorni, mediante questo Sacramento, voi troviate la maggiore testimonianza del Mio Amore per questo pianeta e per questa umanità.

È così che oggi vi chiedo, Miei compagni, mediante questa Maratona di Preghiera, che ogni comunione comparsa e vissuta sia fatta dalla redenzione per i caduti, per le guerre nel pianeta, per la persecuzione dei cristiani, per essi che soffrono in tutta l'Africa, per le incomprensioni fra le nazioni, specialmente per essi che gestiscono le guerre e creano le armi in contro della Volontà di Dio.

Se tutto fosse offerto in atto di riparazione e d'amore, al Cristo degli Ammalati, concederò il trionfo del Mio Sacro Cuore in tutti essi chi Mi ascoltano, in ogni posto di questo pianeta.

Mio Padre non vi guarderà con gli occhi di Giustizia, e neanche alle nazioni del mondo, perché la Mia Divina e Insondabile Misericordia si verserà come una grande fontana di Luce sul grande bilancio dello squilibrio planetario.

Che così sia.

Vi do la Pace, vi chiedo che viviate nella Mia Pace e che portiate la pace, il bene e l'unità a essi che  l'abbisognano di più; col fine di che tutti possano attingere la cura del loro cuore e del loro spirito, fino a che Io ritorni al mondo con tutto il Potere della Mia Gloria, per tornar a istaurare il Regno di Dio nella umanità.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Vi ringrazio per accettare le Mie Parole e per diffonderle nel mondo.

Amen.